LA RICETTA DEL MESE: la CIAMBELLA di ERIO P.

Abbiamo realizzato un bellissimo e partecipassimo laboratorio di cucina. Abbiamo raccolto ricette di ospiti del centro e di loro familiari e abbiamo pensato di condividerle con voi.
Questo mese condividiamo con voi la ricetta della Ciambella allo Yogurt  che si mangia a casa di Erio P., sua moglie Anna Maria ci ha dato la ricetta.

Difficoltà: Media

Costo: Basso

Preparazione: 20 min.

Cottura: 45 min.

Dosi: 8 Persone

Ingredienti:

3 Uova medie temp. ambiente

1 vasetto yogurt bianco naturale temp. ambiente

2 Vasetti di Zucchero

2 Vasetti Farina 00

1 Vasetto Olio di semi

1 Vasetto Fecola di patate

1 Bustina lievito in polvere per dolci

 

Preparazione:

Versate in una ciotola il vasetto yogurt intero (a temperatura ambiente) da 125 ml, poi unite i due vasetti di zucchero ed iniziare a lavorarli con le fruste fino ad ottenere una crema liscia.

A questo punto rompete le uova e separate gli albumi dai tuorli in due ciotole distinte, poi azionando di nuovo le fruste aggiungete il tuorli nel composto di yogurt e zucchero fino ad incorporarli.

Sempre con le fruste in azione aggiungete a filo anche l’olio. Una volta che sarà ben amalgamato posizionate un setaccio direttamente sulla ciotola, versate i due vasetti di farina, il vasetto di fecola ed in ultimo la bustina di lievito per dolci.

Setacciate il tutto sempre utilizzando le fruste a bassa velocità ed incorporate le polveri fino ad ottenere un composto liscio ed uniforme.

A questo punto riprendete gli albumi e montateli a neve ben ferma. Aggiungeteli al vostro composto in due tre volte: iniziate aggiungendo una piccola quantità di albumi e amalgamate mescolando energicamente senza timore di sgonfiare l’impasto, poi incorporate il resto degli albumi e mescolate delicatamente con movimenti rotatori dal basso verso l’alto, per evitare di smontare il composto.

Una volta che l’impasto della vostra torta sarà pronto, imburrate ed infarinate uno stampo rotondo da 24cm poi versate il composto al suo interno.

A questo punto cuocete la torta in forno statico preriscaldato a 180° per 45 minuti, se la torta si dovesse scurire in superfice copritela con un fogli di alluminio durante gli ultimi 10 minuti di cottura. Potete verificare la cottura facendo la prova dello stecchino.

Una volta cotta sfornatela e lasciatela intiepidire prima di sformarla e servirla.

Amalgamando l’impasto coi bianchi montati a neve

 

La RICETTA del MESE: le LASAGNE VERDI ai FUNGHI di Massimo M.

Abbiamo realizzato un bellissimo e partecipassimo laboratorio di cucina. Abbiamo raccolto ricette di ospiti del centro e di loro familiari e abbiamo pensato di condividerle con voi.
Questo mese condividiamo con voi la ricetta delle succulente LASAGNE VERDI ai FUNGHI, il primo preferito da Massimo M. che ci ha fatto avere la ricetta della mamma Rosa.

Le lasagne appena sfornate!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Difficoltà: Elevata

Costo: Medio

Preparazione: 40 min.

Cottura: 60min.

Dosi: 4 Persone

Nota:+30 min. per riposare la pasta e 20 min. per il rassodamento

Ingredienti:80gr Parmigiano grattugiato

40gr Burro

Per la pasta:

200gr Farina 00

100gr Spinaci

1 Uovo

2 Cucchiai olio EVO

1 Pizzico di sale

Per i funghi:

20 gr prezzemolo tritato

1 Spicchio d’aglio

250 gr champignon

20gr Porcini secchi

30 gr burro

3 Cucchiai di olio EVO

1 foglia di alloro

120 gr Prosciutto cotto a fette

Sale e Pepe q.b.

Per la Besciamella:

250ml latte intero

25gr Farina

30 gr Burro

Noce moscata q.b.

Sale q.b.

Preparazione:

Lavate bene gli spinaci, sgrondateli e poneteli in un cestello per la cottura a vapore oppure in uno scolapasta.

Riempite a metà una pentola con dell’acqua, quindi salatela e portatela ad ebollizione. Inserito infine il cestello o lo scolapasta con gli spinaci e scoprite lasciando cuocere a vapore per una decina di minuti.

Fate raffreddare gli spinaci poi tritateli molto finemente con un coltello o con qualche impulso del mixer.

Disponete la farina a fontana, quindi unitevi gli spinaci, l’uovo, l’olio ed un pizzico di sale.

Impastate a lungo fino ad ottenere un panetto omogeneo e sodo. Fate riposare per circa mezz’ora coperto da pellicola a temperatura ambiente.

Stendete infine la pasta in una sfoglia sottile quindi tagliatela a rettangoli di circa 10×15 cm.

Nel frattempo ammorbidite i funghi secchi in acqua calda per 5 min., quindi scolarli e strizzarli.

Tritare finemente il prezzemolo, l’aglio e i funghi secchi. Pulire e lavare i funghi champignon e tagliateli a fettine sottili.

Scogliere il burro in un tegame e rosolare il trito di funghi, poi unire le champignon e la foglia di alloro, salate, pepate e lasciate cuocere per 6-7 minuti.

Ora preparate la besciamella. Mettete a scaldare in un pentolino il latte. A parte fate scogliere il burro a fuoco basso, poi spegnete il fuoco ed aggiungete la farina tutta in una volta, mescolando con una frusta per evitare la formazione di grumi. Poi rimette sul fuoco dolce e mescolate fino a farla diventare dorata. Aromatizzate il latte con la noce moscata ed un pizzico di sale, versate poco latte sul roux per stemperare il fondo, poi unite anche il resto del latte, mescolando energicamente il tutto con la frusta. Cuocente 5-6, minuti a fuoco dolce finché la salsa si sarà addensata. Con questa ricetta otterrete una densità media, se volete la besciamella più liquida dovrete diminuire la dose di burro, per una più densa dovrete al contrario aumentare la dose di burro e farina. La vostra besciamella è pronta.

Imburrate una profila da forno, rivestite il fondo con uno strato di sfoglia, distribuite un po’ di besciamella, un po’ di funghi ed alcune fette sottili di prosciutto cotto.

Cospargere con il parmigiano e creare un secondo strato come il primo ed andare avanti fino ad esaurire gli ingredienti. Infine, stendete l’ultimo foglio di pasta, distribuite la besciamella, il prosciutto e terminate con i funghi, il parmigiano e il burro.

Infornante per 30 minuti a 180° a forno statico, finché non si forma una crosticina dorata.

Servire le lasagne ben calde!

 

Il primo strato di sfoglia verde

Il momento della farcitura

La ricetta del mese! I NIDI DI RONDINE di Adele F.

Abbiamo realizzato un bellissimo e partecipassimo laboratorio di cucina. Abbiamo raccolto ricette di ospiti del centro e di loro familiari e abbiamo pensato di condividerle con voi.
Questo mese condividiamo con voi la ricetta dei buonissimi NIDI DI RONDINE, della nostra arzdora Adele F., che è sempre stata un’ottima cuoca. Potrebbero essere un’ottima idea per il pranzo Pasquale!
INGREDIENTI:

Per la pasta:

  • Uova grandi 2
  • Farina 0 200gr

Per il ripieno:

  • Ricotta vaccina 100gr
  • Robiola 100gr
  • Mortadella 100gr
  • Prosciutto cotto 100gr
  • Besciamella q.b.
  • Ragù q.b.
  • Parmigiano q.b.
  • Sale

Difficoltà: elevata

Costo: Medio

Preparazione: 40 min

Cottura: 30min

Dosi: 4 Persone

Nota:  +30 min. per riposare la pasta e 20 per il rassodamento

 

Preparazione:

Distribuisci sul pianale la farina a fontana e rompi le uova al centro. Inizia a mescolare il tutto con i rebbi di una forchetta, poi prosegui con le mani.

Quando avrai ottenuto un composto liscio ed omogeneo fai una pallina e avvolgila nella pellicola trasparente; lasciala riposare a temperatura ambiente per una mezzora.

Nel frattempo trita la mortadella e il prosciutto e mescola insieme alla ricotta la robiola, il parmigiano e infine sala.

Riprendi la pasta ed inizia a tirare la sfoglia e dividerla in rettangoli. Intanto metti l’acqua sul fuoco e fai sbollentare i rettangoli finché non vengono su, immergili in acqua fredda e asciugali su un canovaccio.

Una volta asciutti stendi il composto ottenuto sui rettangoli di sfoglia e arrotolali dal lato corto e taglia dei nidi di circa 4 cm.

In una profila stendi un po’ di besciamella ed un po’ di ragù, sistema quindi i nidi di rondine molto vicini e coprili con il resto della besciamella e del ragù; infine spolverali con il parmigiano.

Inforna la pirofila in forno preriscaldato ventilato a 180° per circa 30-40-minuti.

Una volta pronti servire caldi.

Buon appetito!!

Qui di seguito: Adele, Alberto e Silvano all’opera, aiutati da Simonetta G.

 

LA RICETTA DEL MESE! Gli GNOCCHI DI PATATE di LUCIA P.

Abbiamo realizzato un bellissimo laboratorio di cucina. Abbiamo raccolto ricette di ospiti del centro e di loro familiari e abbiamo pensato di condividerle con voi. Partiamo dalla ricetta degli gnocchi di patate, di cui ci ha fatto dono  Lucia P., che è stata qui con noi al Centro per 12 anni.

Ingredienti:

Dosi: 4 persone

  • Patate rosse 1 Kg
  • Farina 00 300 gr
  • Uova medio 1
  • Sale fino q.b.
  • Farina di semola

Preparazione:

Lava bene le patate e mettile a bollire intere con tutta la buccia, immergendole in una pentola con acqua salata. Con patate di dimensione media ci vorranno circa 40 minuti di cottura.

Non appena saranno cotte (puoi verificarlo forandole coi rebbi di una forchetta che dovranno affondare senza problemi nella patata) scolatele e lasciatele asciugare.

Infarina il piano di lavoro. Elimina la buccia delle patate e schiacciale con lo schiacciapatate. Prima di impastare con la farina lascia intiepidire leggermente le patate. Dopo averle disposte a fontana aggiungi la farina, l’uovo e la sale e poi impasta il tutto. Non devi lavorare a lungo l’impasto e consiglio di aggiungere farina nel caso risulti molle.

Ottenuto un impasto lavorabile, taglia piccole porzioni. Prelevate una parte dell’impasto e stendetelo con le punte delle dita per ottenere dei filoncini spessi 2 cm; per farlo aiutatevi infarinando la spianatoia di tanto in tanto con farina di semola. Nel frattempo, coprite l’impasto rimanente con un canovaccio per evitare che si secchi.

Tagliate i filoncini a tocchetti e facendo una leggera pressione con il pollice trascinateli sui rebbi di una forchetta infarinata, sempre con la semola, per ottenere la classica forma.

Mana mano che preparate gli gnocchi di patate sistemateli su un vassoietto con un canovaccio leggermente infarinato, ben distanziati l’uno dall’atro.

Per cuocerli, versateli pochi alla volta in acqua bollente e salata; non appena verranno a galla gli gnocchi si ritengono cotti e quindi pronti per essere scolati con una schiumaiola e conditi con il ragù o altri condimenti.

 

Ecco un “filoncino”

Ed ecco gli gnocchi!